itis Max Planck

Istituto tecnico
Scuola superiore statale

Ti trovi in :

Home arrow Accessibilità
sabato 20 gennaio 2018
immagine decorativa immagine decorativa

Accessibilita'

L’accessibilità nel web

Indice:

 

www.itisplanck.ir sito accessibile

Il presente sito è stato creato nel corso dell'anno scolastico 2007-2008 ed è entrato in funzione il 18/06/2008, sostituendo completamente il precedente.
L'autore è stato Francesco Zaniol (ex-studente della scuola e diplomato come perito informatico nel giugno 2004) che lo ha svolto nell'ambito di uno "stage lungo" per la laurea triennale in Informatica presso l'Università Ca' Foscari di Venezia (con la supervisione del responsabile del sito, prof. Fulvio Ferroni).
Il lavoro è stato svolto usando una versione "accessibile" di Joomla! (a8joomla) comunque pesantemente modificata e riadattata specialmente per avere le versioni testuali e ad alta leggibilità del sito.
Uno degli obiettivi del lavoro era quello di ottenere un sito usabile e accessibile, cosa che crediamo sia pienamente riuscita.
Questa pagina cerca di fornire qualche dettaglio proprio sugli importanti concetti di accessibilità e usabilità.

 

Cos’è l'accessibilità

L’ accessibilità web significa dare l’opportunità a persone con disabilità permanenti o temporanee di utilizzare il web, ma non solo, ciò infatti permette di percepire, capire, navigare e interagire con questo mondo in modo concreto.

 

L’ accessibilità web infatti vuol dire soprattutto abbattere ogni genere di barriere informatiche che impediscono a determinati utenti con più problematiche di sfruttare al meglio tutte le tecnologie e le opportunità che il mondo di internet può offrire.

Molti siti infatti non prevedono l’uso di queste tecnologie da parte di alcuni tipi di utenti.

L'accessibilità, inoltre, è strettamente legata all'usabilità, ossia alla capacità di un sito di esporre le informazioni in modo efficace e intuitivo, facilmente raggiungibili anche da parte di utenti poco esperti.

Di seguito vengono riportate le definizioni "ufficiali" di usabilità e accessibilità.

Usabilità:
"L'efficacia (accuratezza e completezza con le quali certi utenti raggiungono scopi specifici on determinati ambienti), l'efficienza (rapporto tra risorse impiegate e accuratezza e completezza degli scopi raggiunti) e la soddisfazione (comfort e accettabilità del sistema rispetto agli utenti) con le quali determinati utenti raggiungono scopi specifici in un determinato ambiente d'uso." ( ISO 9241-11:1998)

Accessibilità:
"L'usabilità di un prodotto, servizio, ambiente o strumento, per persone con un diverso raggio di capacità." (ISO TS 16071:2002)

 

Quali sono i vantaggi dell’accessibilità e chi ne beneficia

Come detto in precedenza, l’accessibilità vuole essere di aiuto principalmente a utenti disabili ma non solo, esso infatti dev’essere utile anche ad utenti poco esperti come per esempio una casalinga che vuole cercare una ricetta o che comunque usa il computer semplicemente servendosene come strumento per la scrittura o per la ricerca.

Disabilità della vista:

comprende essenzialmente due gruppi di utenti: i non vedenti e gli ipovedenti ossia quelle persone che vedono relativamente poco; per i primi sono state inventate tecniche che interpretano la presentazione e la traduzione opportuna mediante particolari dispositivi d’uscita che effettuano la rilettura dello schermo chiamati “screen reader” disponibili sia in ambiente grafico che testuale, per i secondi invece vengono usati dispositivi software di ingrandimento e impostazioni di colori che risaltino determinate parti della presentazione a video.

Disabilità dell’udito:

talvolta i suoni vengono utilizzati per segnalare informazioni di allarme e quindi di errore, in caso di impossibilità dovute alla disabilità d’udito, esse vengono sostituite da segnali visivi; in alternativa, invece, in caso di dialoghi si usa il tradizionale metodo dalla sotto-titolazione.

Disabilità fisiche:

in caso di mobilità residua o nulla si utilizzano comandi di assenso inviati tramite il battito di un occhio o il soffio attraverso una cannuccia. Tuttavia la tecnologia cerca di intervenire anche in questo complicato caso, vi sono per esempio sequenze di tasti virtuali che dopo la digitazione di poche lettere danno alcune soluzioni tra le quali poter scegliere la parola esatta.

 

Requisiti fondamentali per un sito web accessibile

Per poter creare un sito accessibile, sono necessari alcuni requisiti fondamentali:

  • Usa un codice semantico corretto, logico e valido secondo tutti gli standard così che risulti uguale a tutti;

  • Sfrutta testi chiari, fluenti e facilmente comprensibili;

  • Usa testi alternativi per ogni tipo di contenuto multimediale, ossia ritroviamo gli stessi contenuti in formati diversi atti all’utilizzo da parte di ogni tipo di utente;

  • Sfrutta link e titoli chiari anche fuori dal contesto evitando di usare link del tipo “clicca qui”;

  • Ha una disposizione coerente e lineare dei contenuti e dell’interfaccia grafica.;

  • Dovrebbe essere compatibile con la maggior parte dei broswer e configurazioni software utilizzando colori standard e in contrasto tra loro.

 

L’ applicazione di tutti questi criteri può essere considerata valida e perfetta se permette la lettura delle pagine web ai così detti screen reader citati in precedenza.

 

Ubuntu e l’accessibilità:

Anche Ubuntu semplifica la navigazione e tutti i processi relativi al campo di internet alle persone con qualsiasi sorta di disabilità; esso infatti offre:

  • Temi ad alto contrasto (per gli ipovedenti);

  • Sintetizzatore vocale e lente d’ingrandimento virtuale (per ipovedenti e non vedenti);

  • Testiera virtuale su schermo (per coloro che per motivi di origine diversa sono impossibilitati ad usare la tastiera normale).

 

È importate sottolineare che creare documenti e siti accessibili non significa rinunciare a qualcosa, ma che al contrario significa arricchire il documento con componenti che lo completano e lo rendono più adatto e più chiaro alla consultazione in ogni circostanza.

Gli autori non si devono sentire scoraggiati dall’usare elementi multimediali, ma piuttosto incoraggiati a farne uso in modo tale che un utente a cui non è reso possibile l’accesso ad un tipo di documento, possa comunque colmare la sua carenza sfruttando un altro tipo di materiale per soddisfare le proprie esigenze.

Piccoli Samantha 3^A-inf (a.s. 2008/2009)

Zanchetta Alberto 4^A-inf (a.s. 2008/2009)

Logo Qualit�

Logo LS-OSA

Valid XHTML 1.0 Transitional

Valid CSS 2.1